Sentieri e percorsi ciclo-pedonabili e con le ciaspole

In anteprima la nuova carta dei percorsi segnati 2013.

Novità 2013: ulteriore ampliamento del progetto: superiamo i 100 km di percorsi segnati, facili, per famiglie ma allungabili per i più allenati, tutti segnati con frecce, palline e segnavia bianci e rossi. Aiutaci se puoi, iscrivendoti a Parpaiun (costo annuale 10 euro) oppure aiutandoci “sul campo” a manutenere o tracciare. Scrivici a info@parpaiun.org
Nel Comprensorio di Sangiacomo di Roburent, su iniziativa dell’Associazione Parpaiun molte passeggiate e gite sono segnate ed indicate con frecce, tempi di percorrenza, segnavia e cartina (clicca sull’immagine).
i sentieri TRACCIATI nel 2012:

1) SG01 Anello delle Miniere: Sangiacomo, Roccia dell’Aquila, Case Miniere, rientro a Sangiacomo (1h 35min;)
2) SG02 Anello delle Sorgenti: Sangiacomo, bosco delle Fate, sorgenti Groppignano, Croce dei Cardini, Pineta/Case Dolci, rientro a Sangiacomo (2h 00min);
3) SA01 S.Anna – Vernagli: S.Anna, Case Bertola, Vernagli loc. La Maddalena (2h 40min);
4) SA02 Anello del Pul: Case S.Salvatore, Pul, Case Molineri, rientro a Sangiacomo (1h 00min);
5) SA03 Anello dei Molineri: Cappella di S.Salvatore, bordo della dolina di S.Salvatore, Case Molineri, rientro a Sangiacomo (1h 00min);
6) PA01 Pamparato – Serra: Pamparato, piloni votivi, Santuario dell’Assunta, Serra di Pamparato (1h 35 min);
7) PA02 Anello Cappelle di S. Grato e S.Bernardo: Pamparato, Cappella di S.Grato, Cappella di S.Bernardo, rientro a Pamparato (2h 30 min).

Le novità 2013:

8) un facile anello a Roburent con passaggio alla storica cappelle di S.Rocco e di S.Bernardo;

9) il collegamento tra il giro del Pul e dei Molineri (anno 2012) ed il Paese di Sant’Anna, dalla cappella di S.Salvatore;

10) da Sant’Anna percorsi segnati verso i Calleri e, da qui, ai Vernagli (con un collegamento all’itinerario S.Anna – Vernagli SA01) e, dai Vernagli, sempre mediante l’itinerario Vernagli – S.Anna verso il Villero (o Corsaglia) ed il fondovalle Corsaglia;

11) da Sangiacomo itinerario alternativo all’attuale strada per i Vernagli (con frequente transito di auto) mediante un collegamento all’itinerario S.Anna – Vernagli SA01;

12) dalla Croce dei Cardini (già sul percorso dell’Anello delle Sorgenti SG02, si è creato un punto di snodo e partenza per altre gite, come l’anello dei Piloni (e da questo verso i Vernagli, Prà di Roburent e l’Alpet) ed altri facili percorsi sul Monte Alpet e verso la Navonera. Quest’ultima è un altro punto di partenza per gite più impegnative, come la Cima Robert, la Cima Bausetti (che supera i 2.000 metri) e la Colla Termini.

13) dai Vernagli all’Alpet.

Sono tutti percorribili d’estate sia a piedi sia in mtb e d’inverno con le ciaspole. A piedi possono partecipare tutti con un minimo di attrezzatura costituita da scarponcini da escursionismo ed un pò di allenamento; i tempi di percorrenza vanno da un minimo di 1 ora ad un massimo di 2 ore e 40 minuti, con dislivelli contenuti in 250 mt e si svolgono, principalmente su strade sterrate (i tratti su sentiero sono brevi tratti e non presentano particolari difficoltà).

I singoli percorsi vanno a realizzare un sistema a rete di sentieri tra di loro interconnessi e consentono, a chi li percorre, di creare nuovi itinerari unendo varie parti dei singoli sentieri consentendo di scoprire un territorio dove sono presenti molti elementi storici (cappelle del 1400, vecchi itinerari utilizzati fino a metà del ‘900 e descritti minuziosamente nel libro di don Luciano Michelotti “Antiche vie nelle Valli di Vico”, siti interessati dalla Guerra del Sale (fine 1600) ed architetture tipiche, come il tetto racchiuso e borgate storiche, ora abbandonate.

Sono stati posizionati delle planimetrie con i vari percorsi a S.Anna, Sangiacomo, alla Croce dei Cardini e sull’Alpet.

La realizzazione di questa rete di sentieri è stata possibile con l’aiuto dei volontari di Parpaiun ed il sostegno economico dell’Associazione, del Comune di Roburent, della Pro Loco e dell’Acquedotto di S.Anna Collarea.
Parpaiun ovviamente declina ogni responsabilità.

per altre informazioni consulta anche il sito www.umbe.it. Si ringraziano molto Roberto Prucca, Umberto Garelli, Maurizio Barberis, Stefano Ghiglia, Francesco Plazzi e poi Fabrizio, Mario, Francesco, Silvano e tutti gli amici che ci hanno dato una mano a progettare, tracciare, manutenere, diffondere i percorsi.
Nel 2013 il progetto si amplia ancora e raggiunge i 100 km di percorsi, segnando ulteriori tracciati ed anelli, sempre facili ma allungabili in quanto ai principali bivi ci saranno indicazioni su come proseguire per i più allenati. Il nostro Comprensorio acquisisce così un’eccellenza per numero e lunghezza di percorsi realmente segnati ed indicati. Seguiteci sul forum per le novità e se possibile aderite a Parpaiun per sostenerci (info@parpaiun.org).

in gita!